Podcast: mosaico di voci sul futuro del lavoro

podcast
Photo by George Milton on Pexels.com

Una nuova puntata del podcast di Algoritmo Umano.

Algoritmo Umano continua la sua stagione di parole e di suoni sul podcast che racconta la tecnologia che migliora l’uomo e gli straordinari algoritmi umani. Questi umani stanno cercando di interpretare questo strano presente e di costruire un futuro diverso. Nell’ultima puntata abbiamo sentito le opinioni sul futuro del lavoro di un gruppo di straordinari professionisti e lavoratori nell’ambito di un corso di riqualificazione professionale che Francesco Facchini sta sviluppando con l’agenzia IG Samsic.

Agilità e revisione di spazio e tempo

Le parole che ascolterai, caro lettore, cara lettrice, sono quelle di chi guarda un futuro del lavoro molto diverso da quello che abbiamo imparato a conoscere. Salteranno alle tue orecchie concetti come agilità, ma anche considerazioni sul valore che bisogna ridare alla forza lavoro. Fai attenzione anche alla necessità di rivedere i concetti di spazio e tempo durante il lavoro. La tecnologia che ci circonda, infatti, ci permette di rivedere questi concetti e di rimetterli al servizio sì della produttività, ma anche della persona.

Il podcast come mosaico di voci

Uno dei compiti della piattaforma Algoritmo Umano, che vengono sviluppati attraverso gli strumenti multimediali è quello di ascoltare le persone. Spero che questo piccolo mosaico di voci ti aiuti ad avere nuovi strumenti di riflessione per pensare in un modo diverso al tuo percorso professionale o per tirare fuori dalla tua testa i progetti che ancora sono nel cassetto. Buon ascolto.

Se vuoi ascoltare le altre puntate del podcast, puoi cliccare qui. Nei prossimi giorni potrai trovare proprio in questa sezione le nuove puntate di Algoritmo Umano che si sta affezionando molto al modello di format legato al mosaico di voci. Se vuoi dire la tua o farci affrontare un determinato argomento, lasciaci un messaggio nei commenti qui sotto.

Di Francesco Facchini

Sono il papà di Davide, un giornalista, un mobile content creator, un progettista di nuove comunicazioni e nuovi media, un digitalizzatore delle vite altrui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *